[inizio] [indice generale] [precedente] [successivo] [indice analitico] [contributi]


371. Particolarità di GNU/Linux

371.1 Linux e la deframmentazione

Come posso trovare un programma tipo l'utilità di deframmentazione dischi di Windows?

Il deframmentatore per Linux esiste ma non usatelo. Se proprio volete,
è necessario utilizzare Linux in una modalità particolare per
evitare che processi diversi vadano a scrivere sul filesystem mentre
lo si deframmenta. Inoltre c'è lo svantaggio che non vi offre
alcuna garanzia sul suo corretto funzionamento (il numero di versione
parla chiaro). Normalmente la deframmentazione di un filesystem ext2
si stabilizza fra il 4 e 5 per cento, a meno che non ci siano una grande
quantità di installazioni.
Per chi non lo sapesse, ext2 è più ottimizzato rispetto alla FAT perché
quando si salvano le informazioni, esse si vanno a ricercare zone del disco
per spezzare al minimo i file.

Fino ad ora, il solo mezzo che ho usato per
deframmentare un disco è:

1) creare un nastro di backup;
2) ricreare il file system;
3) ripristinare il nastro.

È un po' macchinoso ma se proprio bisogna deframmentare è il metodo più sicuro.

D: Matteo Vit
R: Fabrizio Lippolis

---------------------------

LDR --- Copyright © 1999-2000 Gaetano Paolone --  bigpaul @ pluto.linux.it


[inizio] [indice generale] [precedente] [successivo] [indice analitico] [contributi]