[inizio] [indice generale] [precedente] [successivo] [indice analitico] [contributi]


275. Tipi di filesystem e partizioni

275.1 Directory del filesystem distribuite su più dispositivi

Come si fa ad "avvertire" Linux che alcune directory le ho messe su altri dischi?

Se voglio che Linux monti la directory /var che risiede sulla 
terza partizione del secondo disco rigido, bisogna aggiungere una 
riga al file /etc/fstab:

/dev/hdb3       /var    ext2    defaults        1 2

275.2 Struttura partizioni

Come posso visualizzare la struttura delle partizioni del mio file system?

fdisk -l dispositivo

restituisce il partizionamento di un dispositivo (cioè di un disco).

Per vedere quali partizioni sono montate nel mio sistema, è sufficiente:

df

R: Eugenia Franzoni

275.3 Creazione filesystem ext2

Come creo un filesystem ext2 nella terza partizione del secondo disco ide?

devi digitare:
        
mke2fs /dev/hdb3 

se vuoi controllare ed eventualmente fissare i blocchi difettosi, 
utilizza l'opzione -c:

mke2fs -c /dev/hdb3

275.4 Controllo settori danneggiati (ext2)

Su un filesystem ext2 temo di avere settori danneggiati. Che posso fare?

monta il filesystem e digita:

fsck.ext2 -c

Se ti viene reso qualche numero, hai dei settori danneggiati.

È equivalente dare il comando badblocks; ad esempio, per un dischetto:

badblocks /dev/fd0H1440 1440

275.5 Creazione filesystem FAT (Dos)

Come creo un filesystem FAT (Dos FAT 16)?

mkdosfs /dev/dispositivo

275.6 Controllo settori danneggiati FAT (Dos)

Su una partizione FAT temo di avere settori danneggiati. Che posso fare?

monta il filesystem e digita:
                        
fsck.msdos -r dispositivo 

(ti verrà chiesto che tipo di correzione vuoi effettuare).

275.7 Accesso in lettura e scrittura di una partizione vfat ad utenti

Devo montare automaticamente una partizione vfat in modo che tutti gli utenti possano accedervi sia in scrittura che in lettura. Come si modifica il file /etc/fstab?

Basta attivare le opzioni user e umask=000 e indicare vfat come tipo.
È consigliabile usare anche l'opzione quiet:

/dev/hdxx /dir/di/montaggio vfat user,quiet,umask=000 0 0 


D: Michele Dionisio
R: The Hitman

275.8 /dev/hdxy :UNEXPECTED INCONSISTENCY; RUN fsck MANUALLY

Poco prima di accedere alla shell, mi vengono segnalati una serie di "multiple duplicate inode" e viene visualizzato il seguente messaggio:

/dev/hda3 :UNEXPECTED INCONSISTENCY; RUN fsck MANUALLY

(i.e.)without -a or -p options

dai il comando:

# fsck /dev/hdxy

dovrebbe funzionare, nel tuo caso probabilmente ti chiederà di clonare
inode e messaggi similari; tu rispondi affermativamente. Un messaggio di questo tipo vuol dire che
il filesystem si è danneggiato molto gravemente, e se il comando fsck manuale
non  funziona, probabilmente è irrecuperabile. Forse hai spento il computer
senza avere prima avviato la procedura di shutdown, o è andata via la corrente.

D: Alex
R: Paolo nemesis1

275.9 Modifiche apportate non riscontrabili al riavvio del sistema

Mi è capitato in situazioni di emergenza di apportare modifiche al filesystem ma al riavvio del sistema, è come se non avessi mai effettuato nessun cambiamento. Perché?

Questo succede perché non si è scaricata la memoria cache, quindi le modifiche
non sono state applicate. Per fare scrivere effettivamente quello che si è fatto occorre 
digitare: 

sync

In ogni caso è bene riavviare dando:

shutdown -r now

e non premendo il pulsante di reset. Anche in situazioni di emergenza, se
si possono fare modifiche al filesystem, si può anche avviare lo spegnimento.

R: ZioBudda

275.10 Leggere partizioni ext2 da Windows

C'è il modo di rendere visibili partizioni ext2 a Windows?

Si, si possono usare ext2tool oppure fsdext2, entrambi distribuiti sotto GPL.

I Pacchetti possono essere prelevati presso:

ftp://ftp.flashnet.it/mirror/12/sunsite.unc.edu/system/filesystems/ext2/ext2tool_1_1.zip

ftp://ftp.pg.gda.pl/pub/linux/util/fsdext2.zip 

Il primo è a riga di comando, il secondo permette di montare
partizioni ext2 come se fossero dischi Dos, solo che è molto
pericoloso (leggere bene la documentazione) e molte volte blocca
i canali EIDE.
Il primo è molto più sicuro.

C'è anche explore2fs, anche esso sotto GPL prelevabile presso:

http://uranus.it.swin.edu.au/~jn/linux/explore2fs.htm

D: Pio Gaeta
R: Antonio Doldo

275.11 Se compro il disco rigido nuovo e Windows si viene a trovare su /dev/hdb - (come invertire da lilo master e slave)

Avevo installato Windows su una partizione di /dev/hda, poi ho comprato un nuovo disco rigido più potente. Ho modificato i ponticelli come da prassi, ho spostato il vecchio "hda" da primario master a primario slave e ho messo il nuovo disco rigido al posto del vecchio. Installo Linux sul disco nuovo, installo lilo, e Linux funziona. Windows invece non ne vuole sapere di avviarsi da questa nuova posizione, quindi mi serve un modo per "ingannarlo" e fargli credere di essere su /dev/hda anziché su /dev/hdb. Come faccio?

Soluzione 1: BIOS
-----------------

Dal BIOS disabilita il disco rigido primario master, salva le impostazioni e riavvia.
In questo modo Windows si trova effettivamente sul primo disco rigido in fase di boot e parte normalmente.

NOTA: se non dovesse partire vuol dire che si è compromesso il MBR (master boot record), quindi avvia
da disco di ripristino di Windows (lo hai ?) e digita:
        
        fdisk /MBR

per rimettere a posto il MBR.
Riavvia da disco rigido e Windows dovrebbe avviarsi.


Soluzione 2: lilo
-----------------

nella sezione relativa a Windows aggiungi le seguenti impostazioni:

  other = /dev/hdb1    #nel mio caso
  label = DOS
  table = /dev/hdb

                #le seguenti 4 righe dicono
                #a lilo di far credere che
                #i dischi rigidi siano scambiati, cioè
                #che lo slave primario sia sul
                #master primario e viceversa

  map-drive=0x80
       to = 0x81
  map-drive=0x81
       to = 0x80
        
In questo modo i dischi vengono rimappati istantaneamente al contrario rispetto a
come sono impostati.

Altro problema è cercare di installare Windows su disco slave mentre sul master c'è già Linux.

I passi da seguire sono i seguenti:

1) copia il kernel su un dischetto, in modo da poter eventualmente riavviare da floppy.
Il comando necessario è:
        
        cat /boot/vmlinuz > /dev/fd0

dove "/boot/vmlinuz" è il percorso assoluto per raggiungere il kernel in uso.
(prova a fare un boot da floppy col dischetto appena creato per verificare che il procedimento vada a
buon fine.)

2) Da BIOS, disabilita il disco master;
3) lancia il setup di windows (avvio direttamente da cd, oppure avvio da floppy e poi installazione da cd);
4) aspetta che Windows concluda i suoi numerosi riavvii per terminare l'installazione;
5) riavvia, rientra nel BIOS e riabilita il primo disco rigido;
6) riavvia da dischetto con il disco-kernel che si era creato al passo "1";
7) in Linux, modifica /etc/lilo.conf nel modo indicato sopra;
8) lancia lilo.

In questo modo, avviando la macchina con lilo si dovrebbe riuscire a caricare entrambi i sistemi operativi.

D: Daniele Pighin
R: Enrico Boni

---------------------------

LDR --- Copyright © 1999-2000 Gaetano Paolone --  bigpaul @ pluto.linux.it


[inizio] [indice generale] [precedente] [successivo] [indice analitico] [contributi]