[inizio] [indice generale] [precedente] [successivo] [indice analitico] [contributi]


273. Applicazioni multimediali obsolete

In questo capitolo si raccolgono informazioni su applicativi multimediali che sembrano essere stati abbandonati, oppure che si sono rivelati decisamente inferiori di altri applicativi analoghi.

273.1 Wavplay

Wavplay è un pacchetto per l'esecuzione e la registrazione di file audio in formato WAV RIFF (quello tipico di MS-Windows). Non si tratta di qualcosa di eccezionale, ma è almeno uno strumento funzionale che permette di non dover lavorare direttamente con i file di dispositivo.

Purtroppo, Wavplay non funziona con tutti i tipi di scheda audio. In generale dovrebbe andare bene con quelle i cui driver appartengono alla serie «OSS».

273.1.1 $ wavplay, wavrec

wavplay [<opzioni>] <file-wav>...

wavrec [<opzioni>] <file-wav>

Come si può intuire, `wavrec' registra, mentre `wavplay' esegue i file WAV. Le opzioni di questi due programmi eseguibili sono in parte uguali.

Alcune opzioni

-s <frequenza-campionatura>

In registrazione permette di definire la frequenza della campionatura. Il valore predefinito è di 22050 Hz. Utilizzando frequenze maggiori si migliora la qualità della registrazione, aumentando proporzionalmente le dimensioni del file che si genera.

In esecuzione, permette di modificare la velocità di ascolto. In pratica, utilizzando una frequenza di campionatura inferiore a quella utilizzata per registrare, si ottiene un'esecuzione rallentata, e di conseguenza il contrario aumentando la frequenza. In generale, per eseguire un brano alla sua velocità naturale, non occorre specificare questa opzione.

-S

Richiede espressamente una registrazione o un'esecuzione stereofonica.

-M

Richiede espressamente una registrazione o un'esecuzione monofonica.

-b 8|16

Permette di specificare espressamente la dimensione in bit di ogni campione. Si può scegliere solo tra i valori 8 e 16.

-t <n-secondi-registrazione>

Permette di fissare la durata della registrazione (non si usa per l'esecuzione).

-i

Riguarda solo `wavplay' e fa sì che si limiti a mostrare le caratteristiche del file, senza eseguirlo.

Esempi

wavrec -b 8 -S -t 60 mio_file.wav

Registra nel file `mio_file.wav' ciò che proviene dalla scheda audio (si deve utilizzare un programma come Aumix per selezionare un segnale in registrazione), con campioni di 8 bit, in stereofonia, per una durata di 60 secondi. La frequenza di campionamento è quella predefinita.

wavrec -b 8 -S -t 60 -s 20000 mio_file.wav

Come nell'esempio precedente, specificando una frequenza di campionamento di 20000 Hz.

wavplay mio_file.wav

Esegue il file `mio_file.wav'.

wavplay -s 10000 mio_file.wav

Esegue il file `mio_file.wav' a una data frequenza di campionamento, in modo da alterarne la velocità di esecuzione (seguendo gli esempi già visti, la velocità viene dimezzata).

273.1.2 $ xltwavplay

Wavplay si compone anche dell'eseguibile `xltwavplay', a volte distribuito in un pacchetto separato, che si comporta da programma frontale grafico per `wavplay' e `wavrec'. In pratica, utilizza il sistema grafico X per comandare `wavplay' e `wavrec' in modo più gradevole rispetto alla solita riga di comando.

218.jpg

Figura 273.1: Aspetto del programma frontale di Wavplay.

L'unico problema di `xltwavplay' sta nel fatto che utilizza le librerie LessTif, e queste non funzionano ancora perfettamente.


[inizio] [indice generale] [precedente] [successivo] [indice analitico] [contributi]